Per esploratori dell’universo

di Beatrice Leva

Capisci di essere nel futuro quando una collana di libri per viaggiatori – The Passenger – che fin ora aveva pubblicato uscite su grandi città e Paesi (Berlino, Parigi, Roma, Islanda, Norvegia, Giappone e molto altro) ha portato nelle librerie un libro sullo Spazio. Esattamente, lo Spazio.

I libri della collana “The Passenger” della casa editrice Iperborea sono raccolte di fotografie, inchieste, reportage letterari e saggi narrativi, che puntano a descrivere il complesso pattern che compone il territorio messo sotto la lente, ristretto come una via o grande come l’Universo che sia.

In particolare ora analizzerò, appunto l’ultima uscita, riguardante lo Spazio.

Informazioni generali

-Titolo: The Passenger Spazio

-Autore: Gli autori sono diversi (Jo Marchant, Rivka Galchen, Ross Andersen, Frank Westerman, Andri Snær Magnason, Paolo Giordano, Lauren Groff, Elmo Keep e Giorgio Sancristoforo)

-Edizione: edito dalla casa editrice Iperborea, facente parte della collana The Passenger, 2021

-Prezzo: 19.50€

Come si presenta

Si dice che un libro non si giudichi dalla copertina, ma anche l’occhio fa la sua parte, e la casa editrice iperborea ne ha certamente tenuto conto: la copertina ai presenta con una copertina di un tenue azzurro e il dorso è viola, di un materiale particolare. Essendo pensato con una struttura molto simile ad una guida turistica è ricco di fotografie, provenienti anche da archivi di NASA o ESA, e varie illustrazioni.

La struttura narrativa

Lo stile prevalente con il quale è scritto il testo è di tipo espositivo. Accessibile anche per chi non ha studi inerenti alle spalle, ma nonostante ciò non meno dettagliato o povero di curiosità.

I vari capitoli (uno per ogni autore) sono intervallati da diversi box di curiosità, fotografie, playlist a tema, disegni e anche qualche vignetta di tipo umoristico, che riprendono sempre l’argomento centrale del discorso.

Inoltre il libro è corredato anche di mappa del sistema solare e scheda con informazioni importanti su spazio e viaggi spaziali.

Il contenuto

Si parte con Jo Marchant, scrittrice e giornalista scientifica inglese, che racconta qualcosa di meraviglioso e affascinante: la nascita di una nuova scienza, l’astrobiologia. Invece l’autrice canadese-statunitense Rivka Galchen ci indica coloro (Paesi o Aziende) che deseiderano sfruttare per scopi diversi il nostro satellite naturale la Luna. La ricerca di vita intelligente, invece, è ormai un affare cinese, come racconta Ross Andersen, vicedirettore di The Atlantic, in visita al più grande radiotelescopio del mondo. La Cina è anche all’avanguardia nell’esplorazione della Luna. Lo scrittore olandese Frank Westerman ci riporta alla corsa allo spazio originale, quella tra Stati Uniti e Russia e quando le vecchie rivali hanno cominciato a collaborare al più ambizioso progetto comune, la costruzione della Stazione spaziale internazionale. Del rapporto dell’uomo con lo spazio parla anche lo scrittore e attivista ambientale islandese Andri Snær Magnason che riflette su come siamo ormai distaccati dalla natura che ci circonda, con conseguenze tragiche, e abbiamo disimparato a guardare un cielo stellato. Paolo Giordano ci porta invece sottoterra, nel grande laboratorio scavato nel Gran Sasso dove paradossalmente si studia lo spazio e dove vive la speranza di captare i neutrini, le particelle più elusive dell’universo. Un altro pezzo d’autore è quello della pluripremiata scrittrice americana Lauren Groff, che cui po in gita alla Disneyland dello spazio, a Cape Canaveral. E per il gran finale… l’inchiesta della giornalista australiana Elmo Keep sulla start up Mars one, che prometteva un biglietto di sola andata per Marte, una delle storie più eclatanti di questo nuovo mondo che è il «NewSpace» delle aziende private.

Le mie impressioni

Ho trovato questo libro estremamente interessante sotto ogni punto di vista: l’argomento, che mi ha sempre affascinata, è esposto nel migliore dei modi, interessante, dettagliato ma non prolisso. La ricchezza di dettagli di ogni tipo rende ancora più accattivante la lettura.

Consiglio calorosamente questo libro a tutti coloro che sono interessati a questo mondo, o che desiderano scoprirlo ma anche per coloro che da anni si occupano di questo campo perché troveranno continui spunti di riflessione.